Saronno – Paura per l’Epatite A dopo i sette casi

Il virus dell'Epatite A

C’è apprensione in queste ore a Saronno, dopo i sette casi registrati in totale di Epatite A, nelle scorse settimane in città.

Più precisamente, sono stati colpiti dal virus bambini e ragazzi che frequentano la scuola materna Collodi, quindi la scuola elementare Rodari ed anche il liceo Grassi, dove sono scattate le misure di prevenzione previste per scongiurare epidemie.

Ma numerosi cittadini, genitori di bambini che vanno a scuola ed altre persone, stanno chiedendo rassicurazioni per non ammalarsi. Come fare prevenzione a scuola e nella comunità ogni giorno?

Dall’ATS Insubria, Dipartimento di igiene e prevenzione sanitaria, sono state diffuse già nei giorni scorsi alcune indicazioni pratiche per evitare il rischio del diffondersi della patologia, per altro considerato molto basso. Si tratta di seguire alcune regole di igiene personale molto semplici: lavare spesso le mani, tenere puliti i servizi igienici nelle scuole e nei luoghi pubblici. Fondamentale anche l’igiene degli indumenti, degli ambienti, degli oggetti. Il personale sanitario invita a non incorrere nell’allarmismo, ma a seguire i consigli forniti per fare prevenzione.

La vaccinazione è un altro passaggio importante, e alla scuola Rodari nei giorni scorsi sono state avviate le vaccinazioni dei bambini.

Negli istituti scolastici, dove si sono verificati i casi di Epatite A, sono state distribuite le informative per la prevenzione.

print