Busto Arsizio – Violenza sessuale finisce l’incubo per l’imprenditore

(Immagine di repertorio)

Assolto da ogni accusa di violenza sessuale perché il fatto non sussiste. Si è chiusa così, con questa sentenza, a Busto Arsizio, la vicenda di un imprenditore di 41 anni, accusato da una giovane dipendente di approcci sessuali non richiesti.

I fatti e la denuncia della ragazza risalgono al 2014, quando la stessa aveva lavorato nell’azienda del 41enne come hostess, partecipando a delle fiere dell’elettronica.

La ragazza aveva accusato l’uomo di svariati tentativi di approccio sessuale nei suoi confronti, ma non è mai successo niente del genere.

Le indagini condotte e il Tribunale di Busto Arsizio scagionano l’uomo dalle accuse, che può riprendere la sua vita tranquillo, con la sua famiglia.

La ragazza avrebbe inventato la storia della avances per vendicarsi, quando il datore di lavoro le ha contestato atteggiamenti poco professionali, durante le ore di lavoro.

print