lunedì, 26 Settembre 2022

Imprenditore finto nullatenente smascherato dalla Polizia a Saronno

(Foto da Questura di Varese)

Era certo di riuscire a farla franca ancora per un bel po’, l’imprenditore edile di Saronno raggiunto nelle scorse ore dalla Polizia di Varese, al quale sono stati sequestrati beni per più di 15 milioni di euro. L’uomo, di origini napoletane ma residente nella cittadina in provincia di Varese, incassava i sussidi previsti dallo Stato per le aziende in difficoltà a causa della pandemia Covid (7 milioni di euro nel 2021), mentre manteneva un alto tenore di vita, acquistando vetture costose e concedendosi viaggi di lusso.

L’imprenditore era già finito in passato al centro di indagini, tutte confermate, per reati finanziari e contro la persona. Adesso vanta un debito nei confronti delle tasse di circa 17 milioni di euro. Il finto povero si è avvalso della collaborazione di prestanome, collaboratori compiacenti che lo hanno aiutato a coprire i suoi raggiri ai danni dello Stato. Lo stesso aveva dichiarato di abitare con la famiglia in un locale interrato, in una palazzina, mentre in realtà la sua abitazione è una villa con giardino e piscina.

La Polizia ha disposto il sequestro, in particolare, di terreni, fabbricati, automobili, autocarri, gioielli ed orologi di valore, conti bancari, 65mila euro in contanti, aziende.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI