Torna la “Stramilano”: preparativi già avviati per la sicurezza

Uno scorcio della Stramilano 2017 in piazza Duomo (Foto da web - sito istituzionale)

Non dovrà sembrare “blindata”, ma lo sarà, per ragioni di sicurezza, la prossima edizione della “Stramilano”, che si correrà nel capoluogo lombardo il prossimo 25 marzo.

Così in queste settimane che precedono il tradizionale evento sportivo, la corsa podistica non competitiva tra le più famose giunta alla sua 47esima edizione, si lavora su due fronti a Milano: quello sportivo, per assicurare una gara di livello, con percorsi misti adatti a tutti i suoi partecipanti (un anno fa furono 60mila), quindi per garantire sicurezza al tracciato, alle persone, ai podisti e al pubblico, lungo le vie della città che saranno un tantino “stravolte” dal passaggio di così tante persone.

Sicurezza con provvedimenti straordinari, assicurati in questi giorni dall’assessore allo Sport del Comune di Milano, Roberta Guaineri.

In piazza Duomo, da dove partiranno i partecipanti alla corsa, saranno posti sette varchi transennati, con i metal detector. Lungo il percorso saranno sistemate delle postazioni di controllo, nelle zone della città considerate più critiche, con l’impiego di personale specializzato della Manpower, più di cento agenti.

Analogamente sarà vigilato il percorso anche della corsa agonistica.

La “Stramilano” edizione 2018 si correrà scegliendo tra due diversi percorsi: di 5 o 10 chilometri, secondo le possibilità di ciascuno. Partenza da piazza Duomo, arrivo all’Arena.

Madrina della corsa quest’anno sarà Justine Mattera.

print