sabato, 22 Gennaio 2022

Smart working e pandemia: a Milano il 75% delle imprese lo adotterà anche dopo

Lo rivela uno studio condotto da Assolombarda: dopo la pandemia il 75% delle imprese di Milano continuerà ad utilizzare lo smart working, il lavoro “agile” da casa, che sarà ben più adottato rispetto al passato.

Lo smart working aveva riguardato prima dell’emergenza sanitaria il 43% delle aziende in città; dopo la pandemia, secondo quanto riportato dal dossier “Your Next Milano 2020/2021 – Dati e analisi della città che cambia”, a cura del Centro studi di Assolombarda, lo adotterà il 75% delle industrie e dei servizi alle imprese in città, e il 54% di quelle dislocate nell’hinterland.

Gioie e dolori per i lavoratori coinvolti: il dibattito si è diviso su due fronti da tempo, tra coloro che guardano allo smart working come ad una oportunità, e chi invece lo vive come una costrizione, difficile da gestire tra le pareti domestiche.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI