Cerca
Close this search box.
sabato, 22 Giugno 2024
sabato, 22 Giugno 2024
Cerca
Close this search box.

Codici Lombardia: bene l’introduzione del reato di truffa on line ma servono azioni concrete

(Foto dal sito della Polizia di Stato)

Via libera al DDL Cybersicurezza contro le truffe on line: è notizia di pochi giorni fa che l’Aula della Camera ha approvato, per contrastare i reati informatici ormai sempre più diffusi, il reato di “truffa on line”. Se da un lato, così come introdotto proprio con questo DDL, è essenziale inasprire le pene per i truffatori e prevedere indennizzi per le vittimi, secondo l’associazione Codici serve che queste misure siano concretamente in grado di contrastare efficacemente il fenomeno, e di velocizzare l’individuazione dei responsabili, interrompendo le azioni illecite.

“Siamo favorevoli a qualsiasi azione concreta a favore dei cittadini caduti vittime di questo genere di truffe, ormai sempre più diffuse. Tuttavia, ci sono alcuni punti che sollevano perplessità non di poco conto, ad esempio, sull’efficacia della confisca obbligatoria dei beni dei truffatori prevista dall’emendamento al Ddl Cybersicurezza: innanzitutto si deve arrivare a sentenza definitiva dopo tre gradi di giudizio, quindi indubbiamente si parla di tempi molto lunghi. Inoltre, il sequestro delle attrezzature utilizzate per la truffa è già prassi nelle indagini. Con i tempi della giustizia e l’obsolescenza tecnologica, il ricavato dalla vendita di tali beni rischia di essere irrisorio”, commenta Davide Zanon, Segretario Regionale di Codici Lombardia.

“Sarebbe auspicabile concentrarsi su misure realmente incisive, come, ad esempio una maggiore collaborazione tra forze dell’ordine e piattaforme online per individuare e bloccare tempestivamente le truffe oppure semplificare le procedure di segnalazione e denuncia per questo genere di reati. Come Associazione siamo in prima linea con campagne di sensibilizzazione ed educazione per informare i cittadini sui rischi delle truffe online e sulle modalità di prevenzione”, il pensiero di Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings