4.3 C
Comune di Legnano
mercoledì 3 Marzo 2021

Prosegue il progetto contro le truffe a Busto Arsizio: come non cadere in trappola

Ti potrebbe interessare

Arrestati due spacciatori arrivati a Malpensa dalla Spagna

Sono state arrestate nelle scorse ore dalla Polizia di Stato di Lorenteggio, due persone, una donna di 29 anni e un uomo di 27,...

Parco del Roccolo e LIPU di Parabiago insieme per l’osservazione della fauna

Come passeggiare nel Parco del Roccolo osservando la fauna locale? Alcuni consigli saranno forniti questa sera, mercoledì 3 marzo, dalle 18.30, durante un evento...

Anche tra privati varrà l’autocertificazione a Legnano

Il Comune di Legnano applica la disposizione del Decreto Semplificazioni che agevola e fa risparmiare i cittadini: l’ente locale si è attivato per dare...

Firmato il nuovo DPCM: sarà in vigore fino al 6 aprile. Ancora un mese di restrizioni

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha firmato ieri il nuovo DPCM, dal vigore da sabato 6 marzo, fino al 6 aprile. Nuove indicazioni,...

“Truffe? No grazie!”: per riconoscerle, contrastarle, tutelarsi e parlarne con esperti, il Comando della Polizia locale di Busto Arsizio, in collaborazione con la Cooperativa Davide Onlus, dallo scorso 8 febbraio ha avviato la seconda parte del progetto “Strùffati – Insieme per non cadere in trappola”, progetto finanziato con il contributo di Regione Lombardia.

In questa fase, il team di professionisti, operatori della Pl, psicoterapeuta e formatore digitale, incontra in un piccolo gruppo (al momento online) i cittadini che desiderano condividere riflessioni, paure e testimonianze per raccogliere informazioni utili a riconoscere i pericoli, ad attivare un atteggiamento corretto ed efficace e ad acquisire strategie utili a fronteggiare o prevenire le truffe.

E’ dato ampio spazio al dialogo e al dibattito in gruppo in un clima cordiale e costruttivo.

Come si legge in una nota, numerose le testimonianze raccolte nel primo “incontro caffè”, tra cui quella relativa alla cosiddetta “truffa dello specchietto”, che innesca nella vittima un senso di impotenza, vergogna, contribuendo a diminuirne l’autostima e rendendola più fragile.

Ritenendola un’occasione per far emergere le diverse truffe in atto sul territorio, sostenere le vittime ed evitarne l’ulteriore diffusione, l’Amministrazione comunale invita la cittadinanza a partecipare ad uno dei prossimi incontri caffè, calendarizzati in nove prossime date in orari differenti fino a fine maggio.

Per aderire agli incontri, liberi e gratuiti con un limite di 10 partecipanti, è necessario scegliere la data e l’orario preferito alla pagina https://www.eventbrite.it/e/138419387113

Il prossimo incontro programmato è martedì 23 febbraio alle 10.

Per informazioni o supporto per la partecipazione, occorre scrivere una mail a struffati@centrodavide.it o contattare la referente del progetto, Sabrina Bosello, telefono 392/9546470.

Articoli correlati

Al via il progetto anti truffe anziani: “Strùffati, insieme per non cadere in trappola”

Dal desiderio dell’Amministrazione comunale di Busto Arsizio e della Polizia locale di non lasciare sola la popolazione anziana davanti all’insidia delle truffe, nasce il...