sabato, 21 Maggio 2022

Parola d’ordine: non sprecare dosi pronte di vaccino avanzate

Stop alle dosi di vaccino anti Covid-19 avanzate, via libera alle liste di attesa dei canditati alle somministrazioni. Diventa un’ordinanza la raccomandazione di alcuni giorni fa espressa dal gen. Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid.

Le dosi di vaccino già preparate non devono andare buttate, nel caso in cui non si presentino i cittadini prenotati alla somministrazione. Necessario ottimizzare le assenze dei candidati, con la vaccinazione a chi appartiene alla categoria chiamata al momento.

“Le dosi di vaccino eventualmente residue a fine giornata, qualora non conservabili, siano eccezionalmente somministrate, per ottimizzarne l’impiego evitando sprechi, in favore di soggetti comunque disponibili, secondo l’ordine di priorità individuato dal Piano nazionale e successive Raccomandazioni”, è quanto stabilito dal commissario.

Ogni regione gestirà delle liste di nominativi da chiamare subito, in caso di eccedenza dei preparati vaccinali, o per sostituire velocemente i candidati mancanti. In alcuni casi, come in Toscana, sono disponibili dei moduli per dichiarare la propria disponibilità ad essere chiamati in qualunque momento, in sostituzione di chi non si è presentato. In Lombardia si procederà chiamando i primi candidati in lista per il giorno successivo. Liste di riserva in Campania, vaccinazioni a domicilio nel Lazio, con le dosi avanzate dopo l’orario di chiusura dei centri.

Tutti i candidati extra giornalieri sono pre-allertati e registrati, secondo i criteri di appartenenza a fasce o categorie già indicate nel piano vaccinale. Necessario regolamentare gli accessi alle vaccinazioni, perché in alcuni hub si sono presentati candidati che non ne avevano ancora diritto.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI