Parliamo di treni: un invito ai candidati alle regionali

Treni in ritardo, viaggiatori in attesa (Foto da web)

Il Comitato Pendolari Gallarate-Milano ha chiesto ai candidati alle prossime elezioni regionali, e alle segreterie di PD, M5S, Liberi e Uguali, Fratelli d’Italia, e alle liste associate a Gori e Fontana, la possibilità di organizzare un incontro pubblico con loro.

Il Comitato, che è un’associazione spontanea di oltre mille pendolari, nata con l’obiettivo di condividere disagi e soluzioni per migliorare le condizioni di una mobilità sostenibile, ed in particolare quella ferroviaria, chiede ai candidati in corsa di partecipare ad un confronto, tutti insieme.

“Sono anni che ci interfacciamo su vari tavoli, per chiedere chiarimenti e offrire soluzioni affinché la mobilità possa essere un buon connubio tra utenti e aziende erogatrici dei servizi, ottenendo purtroppo molte promesse e pochi fatti.

Anche alla luce del terribile deragliamento di un treno a Pioltello,  invitiamo i candidati consiglieri ad un tavolo di confronto in cui chiediamo di porvi all’ascolto delle esigenze dei pendolari. Ascolto che, una volta eletti in Regione, divenga politica concreta, sostenendoci sui temi del sovraffollamento dei treni, dell’inadeguatezza dell’infrastruttura ferroviaria, dell’attuazione di politiche per la creazione di nodi di interscambio gomma/rotaia.

Non cerchiamo facili promesse ma futuri politici in grado di saper ascoltare, e avere sempre presente che solo con scelte concrete e piccoli passi si può essere realmente vicini alla “Lombardia che lavora”, e che ogni giorno sale su un treno per rendere questa regione ancora migliore”, il testo della lettera del Comitato.

L’incontro si svolgerà a San Giorgio su Legnano, dove è già stato chiesto uno spazio.

print