lunedì, 26 Settembre 2022

Nuove luci a Legnano: approvato il progetto che riqualifica l’illuminazione pubblica

(Foto di Skitterfoto - Pixabay)

E’ successo nelle scorse ore a Legnano:  la giunta comunale, su proposta dell’assessore alla Città bella e funzionale Marco Bianchi, ha approvato il progetto definitivo per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica, intervento che è stato aggiudicato a Enel Sole. A Enel Sole il Comune verserà un canone annuale di 793mila euro più IVA per sedici anni.

L’adeguamento normativo che interesserà l’impianto di illuminazione è finalizzato ad aumentare vivibilità e sicurezza in città e, come si legge in una nota diffusa dal Comune, le principali opere previste dal progetto sono la sostituzione delle armature (la struttura che ospita la lampada) non dotate di sistema a LED, la sostituzione dei corpi illuminanti d’arredo nel centro storico, nei parchi e nei giardini pubblici, l’adeguamento e la sostituzione dei quadri elettrici di comando e protezione, l’installazione di un sistema di tele-gestione e tele-controllo, l’eliminazione completa delle promiscuità degli impianti per renderli elettricamente indipendenti. Quindi si provvederà alla sostituzione di tutti i pali ammalorati (si prevede siano sostituiti poco meno di 4.500 elementi, corrispondenti al 63% dei sostegni), alla realizzazione di quattro isole di Smart City, alla realizzazione di quattro punti per le luminarie (tre in Centro e uno al Castello).

Molti i vantaggi per i cittadini che deriveranno da questi interventi: maggior chiarezza e intensità garantite dal led che, unite a un più efficace orientamento al suolo del fascio luminoso, concorrerà a migliorare la sicurezza. Migliorerà anche la gestione degli impianti, che, grazie al telecontrollo, permetterà a Enel il monitoraggio del loro stato, mentre i cittadini avranno maggior facilità nell’effettuare segnalazioni attraverso un numero verde attivo H24 e un’app. Alle segnalazioni saranno anche garantiti tempi certi di risposta. La riqualificazione energetico impiantistica consentirà un risparmio energetico del 78%, cui concorrerà, fra gli altri interventi, la sostituzione delle lampade a sodio o a mercurio con lampade a LED. Il progetto prevede di passare da un consumo energetico annuo di 4 milioni 524mila 183 kWh a 995mila 627 kWh, diminuzione che si traduce in un taglio di 1.324 tonnellate di Co2 emessa.

“La riqualificazione dell’illuminazione pubblica è un’opera molta attesa dalla città e partita molti anni fa con l’acquisizione dell’impianto da parte del Comune. Non appena il Tar, lo scorso novembre, ci ha dato pienamente ragione sul ricorso presentato dalla seconda azienda classificata con la gara, gli uffici si sono messi al lavoro per stringere al massimo i tempi. Sappiamo perfettamente la situazione in cui versa l’illuminazione pubblica ed è nostra ferma intenzione fare cominciare i lavori il prima possibile. Sarà un intervento a suo modo storico per la nostra città su un’infrastruttura di primaria importanza il cui buon funzionamento concorre alla sicurezza personale e stradale, a farci risparmiare risorse con benefici per la nostra spesa e per l’ambiente”, il commento dell’assessore Bianchi.

L’inizio degli interventi, la cui durata si aggira sui due anni, è previsto in estate.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI