domenica, 26 Maggio 2024

Il WWF al Parco ex Ila di Legnano con il progetto alla scoperta della biodiversità sostenuto da Regione Lombardia

Ha avuto inizio nelle scorse ore il progetto di Citizen science “Alla scoperta della biodiversità in città” organizzato dal WWF Insubria gruppo di Legnano, all’interno del Parco cittadino ex Ila. Come spiegato in una nota, il progetto vede coinvolti gli studenti delle scuole dell’I.C. Manzoni di Legnano e dell’Agrario Mendel di Villa Cortese con la collaborazione e il supporto scientifico di ISPRA (Istituto per la Ricerca sull’Ambiente). 

La citizen science, o scienza partecipativa, è un approccio di ricerca scientifica che coinvolge i cittadini nella raccolta e nell’analisi dei dati, permettendo una partecipazione attiva e consapevole dei cittadini stessi nella conoscenza e nella tutela dell’ambiente. In questo contesto, l’obiettivo è quello di scoprire la biodiversità presente all’interno del Parco Ila e conoscere la storia e l’architettura del Parco Ila e del Sanatorio, offrendo agli studenti un’opportunità di apprendimento interattiva e concreta, che permetta loro di esplorare e comprendere la biodiversità presente nella loro città attraverso attività di monitoraggio e documentazione dei diversi organismi viventi.

“Il progetto prevede il coinvolgimento di più di 300 studenti tra scuole elementari, medie e superiori, e si concluderà a ottobre 2024 con un intervento pubblico, insieme ai ricercatori di ISPRA, per illustrare alla cittadinanza i dati raccolti, le caratteristiche e l’importanza della biodiversità presente nella nostra città”, spiega Claudio Pio Clemente, responsabile del WWF Insubria Legnano.

Solo nella giornata di ieri, martedì 14 maggio, i dati raccolti da più di cento studenti e docenti che hanno partecipato all’iniziativa, hanno fatto pervenire più di duemila osservazioni, raccolte tramite l’app i-Naturalist, collegata in tempo reale con il centro ricerche  ISPRA, nei database dei ricercatori di Roma.

Il progetto è patrocinato dal Comune di Legnano e da Regione Lombardia, che lo ha premiato come progetto di qualità per l’educazione alla sostenibilità ambientale.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI