domenica, 5 Febbraio 2023

L’epatite infantile acuta fa paura anche in Lombardia: due casi nella Bergamasca

(Foto da web)

Sono stati ricoverati nelle scorse ore all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo due bambini colpiti da epatite acuta, quella forma di epatite ancora sconosciuta, che sta colpeno i più piccoli in tutta Europa.

I due bambini hanno rispettivamente 6 e 11 anni. Il bambino più grande ha avuto bisogno del trapianto del fegato per essere salvato.

La situazione sanitaria in Italia è costantemente monitorata, dopo che si è diffuso, a livello internazionale, l’allarme per questa forma di epatite acuta non riconducibile a nessuna di quelle già note (A, B, C, D, E).

Nei giorni scorsi un bambino di 4 anni è stato colpito dall’epatite in provincia di Firenze. Più di cento i casi registrati nel Regno Unito da gennaio, da dove è partito l’allarme. Il Ministero della Salute si è già attivato per saperne di più, mentre sono state allertate anche le Regioni.

I sintomi dell’epatite sconosciuta non sono particolamente evidenti, ma possono comprendere urine scure e feci molto chiare (primo campanello d’allarme), prurito della pelle e ingiallimento degli occhi. In più casi la guarigione è stata spontanea, in altri il fegato è stato necessariamente trapiantato, perchè danneggiato irreparabilmente.

 

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI