domenica, 25 Febbraio 2024

Il Convivio nel Castello: punto della situazione Palio di Legnano 2021

Nella serata di ieri, mercoledì 14 luglio, i soci del Collegio dei Capitani del Palio di Legnano si sono ritrovati a cena nel cortile dei Gelsi, al Castello Visconteo cittadino. Occasioni un saluto prima delle vacanze estive, e fare il punto della situazione prima del Palio del 19 settembre. Come si legge in una nota, al tavolo d’onore i past Gran Maestri, mons. Cairati, il sindaco Lorenzo Radice e l’assessore con delega al Palio Guido Bragato, il Capitano non reggente Pier Galimberti che ha donato al Collegio un quadro con richiami a Contrade, Comune e Collegio, riprodotto su un artistico foulard, distribuito dalla Castellane, con cui il Gran Maestro ha voluto omaggiare tutti i presenti.

Il Supremo Magistrato, Lorenzo Radice, ha posto in evidenza quanto “il venir meno di altri palii accresce la nostra affidabilità, a partire dalla Traslazione Della Croce, occasione per dimostrare la nostra responsabilità”.

Il Gran Maestro, Giuseppe La Rocca, ha prima di tutto donato la tradizionale “Rosa d’oro” alle Castellane di nuova nomina, Francesca Genoni di San Martino e Debora Balliana di San Domenico, dicendo che “Noi siamo il Palio che ha nei propri elementi fondanti i valori religiosi. Abbiamo sei contrade con nomi di santi e la Croce sul nostro Carroccio, su cui viene celebrata la Messa da Monsignore, con la consuetudine di una promessa delle Reggenze che avviene nelle mani del Parroco”.

Svelando dal drappo rosso, insieme all’autore, l’artistico dipinto, La Rocca ha affermato con emozione che “non dimenticherò mai questi momenti, e potrò dire che questo bellissimo quadro è stato donato al Collegio negli anni della mia reggenza, così come il foulard che è emblema di cuore e di passione”. Lo stesso Galimberti è poi intervenuto per raccontare i collegamenti tra le nostre Contrade e l’araldica medievale, che nasce proprio negli anni della Battaglia.

L’assessore all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia, Stefano Bruno Galli, ha sottolineato come il Palio di Legnano “incarna le tradizioni civiche lombarde” soffermandosi poi sul valore delle opere del Previati di cui Legnano conserva ottima traccia.

Finale cinematografico con la proiezione del docu-film di Giancarlo De Angeli, “Ovunque è Legnano”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI