giovedì, 20 Gennaio 2022

Viaggiare nel mondo comporta un rischio sanitario che deve essere calcolato

Viaggiare sì, ma a proprio rischio e pericolo. E’ quanto ha espresso, di fatto, nelle scorse ore la Farnesina a proposito degli spostamenti oltre i confini nazionali, in occasione delle vacanze estive.

Compiere viaggi in qualunque parte del mondo oggi comporta un rischio sanitario, con la pandemia da Covid-19 che perdura da gennaio 2020. E chi si reca all’estero, per qualunque ragione, deve accettare le eventuali conseguenze e le indicazioni dei Paesi ospitanti, in materia di contagio.

Necessario “mettere” idealmente in valigia, oltre alla prospettiva di dove effettuare il tampone anti Covid, antigenico o molecolare, anche una eventuale positività ai test, che sarà gestita con il periodo di quarantena del caso, secondo le disposizioni delle autorità locali. Fatto certo: l’Italia non può andare a prendere i suoi cittadini trovati positivi al virus all’estero.

Tra i consigli utili agli spostamenti, prevedere tempi più lunghi fuori casa e dotarsi di un’assicurazione sanitaria che copra i rischi legati al Covid.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI