giovedì, 20 Gennaio 2022

Allarme conigli al Roccolo in pericolo bosco e coltivazioni

Decine di ettari di terreno sono ormai devastati, coltivazioni di mais e foraggio semi distrutte dalla presenza sempre più imponente dei conigli selvatici nel Parco del Roccolo.

La situazione è stata posta al centro di un particolare allarme, lanciato da alcuni agricoltori della zona: l’immensa colonia di conigli selvatici non è più contenibile e sta minando la salute della riserva del Roccolo, oltre che le attività agricole presenti.

I conigli si riproducono ogni due mesi e non trovano predatori naturali, come le volpi, con cui misurarsi. Sono voracissimi, e scavano buche per realizzare le loro tane, minando le radici di alberi e arbusti che non sopravvivono alla loro diffusione.

Gli agricoltori del Roccolo e delle zone limitrofe, ugualmente infestate dai conigli, hanno deciso in questi giorni di chiedere un intervento a Regione Lombardia, affinché si adottino misure per il contenimento della fauna, ristabilendo un equilibrio che permetta la convivenza di animali e uomo, con le sue attività.

Il danno finora stimato si aggira attorno ai 100mila euro: necessario intervenire prima della prossima stagione della semina.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI