mercoledì, 25 Maggio 2022

Un uomo è in coma dopo lo scontro a bottigliate in stazione Centrale a Milano

Pesante il bilancio della rissa avvenuta ieri, domenica 2 gennaio, in tarda serata, vicino alla stazione Centrale di Milano: un uomo è in coma e un altro versa in gravi condizioni, dopo essersi battuti e colpiti a vicenda con delle bottiglie, in seguito ad una violenta discussione.

Come riferito da numerosi testimoni, che hanno anche allertato le Forze dell’ordine, i due uomini, un marocchino di 30 anni e un secondo uomo non ancora identificato, dopo una lite particolarmente accesa si sono aggrediti a bottigliate, e ad avere la peggio è stato l’uomo ancora senza identità, che ha riportato ferite al volto, alla bocca e al naso ed è stato trasportato in coma al Pronto soccorso dell’ospedale Niguarda. Il marocchino ha riportato ferite al volto e alle orecchie, ma non è in pericolo di vita.

Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia ferroviaria, che hanno effettuato anche i primi rilievi del caso per stabilire le ragioni della rissa.

Il Codacons Lombardia ha commentato l’accaduto: “Questo è solo l’ultimo di una serie di episodi violenti, che si registrano quotidianamente nel centro della città. La zona attorno alla stazione centrale è ormai sotto il controllo degli sbandati che rendono pericoloso anche solo il passaggio per raggiungere l’edifico ferroviario, specialmente nelle ore serali e notturne”. E il presidente del Codacons, Marco Maria Donzelli, denuncia: “Inaccettabile che la situazione non venga risolta, sono anni che la zona è sotto il controllo di nessuno”.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI