mercoledì, 29 Maggio 2024

Tre persone fermate per il disastro del Mottarone: il sistema frenante della funivia è stato manomesso consapevolmente

(Foto da web - Corriere Video)

Non sarebbe stato rimosso il cosiddetto “forchettone”, vale a dire il divaricatore che tiene lontane le ganasce dei freni, che avrebbero bloccato la funivia del Mottarone in caso di rottura del cavo traente, per evitare blocchi dell’impianto. Il forchettone, a quanto emerge non rimosso intenzionalmente, avrebbe evitato alla cabina di cadere nel vuoto, uccidendo quattordici persone domenica scorsa, partite da Stresa per compiere una gita vista lago Maggiore.

E’ il quadro che emerge dopo una notte, la scorsa, di confronti ed interrogatori nella caserma dei Carabinieri di Stresa, di tre persone: il proprietario della società che gestisce l’impianto, la Ferrovie Mottarone srl, il direttore e il capo operativo del servizio. Tre persone in stato di fermo ed interrogate nelle scorse ore, per le quali la Procura di Verbania chiederà oggi, mercoledì 26 maggio, la misura cautelare.

Al vaglio i risultati di tutte le analisi eseguite dai tecnici sulla carcassa della funivia, che hanno appurato la manomissione intenzionale. I freni erano stati già disattivati perché nelle scorse settimane la funivia presentava delle anomalie. Da giorni la funivia stava viaggiando in quelle condizioni: il cavo traente era stato sostituito più di venti anni fa.

Nelle prossime ore gli inquirenti ascolteranno altri dipendenti della funivia.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings