Tra falsi consigli e buon senso: come difendersi dai ladri in estate?

Mentre la stagione estiva entra nel vivo, con le settimane sempre più caratterizzate dalle partenze di molti per i luoghi di villeggiatura, soprattutto con l’avvicinarsi di Ferragosto, torna anche quest’anno la preoccupazione per i furti nelle case, che rimangono disabitate.

Come spiegano le Forze dell’ordine, i consigli che valgono sempre per partire tranquilli (almeno un po’), mettono insieme semplici regole di buon senso ed accorgimenti pratici, considerati efficaci.

Non lasciare a casa oggetti di valore e denaro in vista; utilizzare casseforti a muro; chiudere bene porte e finestre; chiedere ai vicini di casa di andare ogni tanto ad aprire i serramenti: la casa sembrerà non del tutto abbandonata.

I cosiddetti “topi di appartamento” possono essere ladri occasionali, oppure dotati di una strategia: come diffuso anche via social in questi giorni, sembrerebbe che alcuni di loro mettano delle graffette nelle serrature delle abitazioni private, per verificare se i proprietari sono in vacanza, o meno.

Nell’insieme, non è chiaro se abbiano un fondamento certe “tracce” che sarebbero lasciate dai malintenzionati per individuare le case più appetibili: la Polizia mette in guardia anche dalle dicerie non confermate, che non aiutano nel contrasto alle effrazioni.

print