Cerca
Close this search box.
domenica, 23 Giugno 2024
domenica, 23 Giugno 2024
Cerca
Close this search box.

Stabile l’occupazione nell’Alto Milanese. Ma per i sindacati c’è bisogno di novità

Si conferma la stabilità dell’occupazione nei territori dell’Alto Milanse e del bacino del Ticino-Olona, per il 2022, come raccontato questa mattina dai rappresentanti delle tre sigle sindacali CGIL, CISL e UIL, nel corso di un incontro di fine anno con la stampa locale.

Secondo Stefano Dell’Acqua, segretario della UIL locale, e Mario Principe, della CGIL (assente per la CISL Luca Paglialunga, ma soltanto per motivi personali), l’occupazione sul territorio ha vissuto due distinti momenti: una buona ripresa nei primi mesi dell’anno, sull’onda lunga della fine del 2021, post pandemia Covid, e un momento un po’ più difficile nella seconda parte dell’anno, a causa degli effetti della guerra in Ucraina.

Secondo quanto emerge da recenti incontri con i sindaci di una ventina della cinquantina dei Comuni del territorio seguiti, non ci sono aziende in difficoltà lavorativa. In generale, piuttosto, si verifica una perdita della forza lavoro con i giovani che scelgono di andare a lavorare fuori dal territorio, che così perde qualità.

Sul fronte delle vertenze seguite nel 2022, tre quelle più grandi: la vertenza Auchan, conclusa, e le vertenze ancora aperte delle ditte Teva ed Emerson, che hanno annunciato la chiusura mesi fa. “Il nostro intervento congiunto ha reso possibile suggerire un piano di reindustrializzazione. La trattativa è aperta in questo senso e siamo in attesa di novità. Ci sono coinvolte circa ottocento persone”, hanno spiegato Dell’Acqua e Principe.

Con rammarico i due sindacalisti hanno sottolineato come oggi, a fronte della perdita del lavoro, in troppi si rivolgano ai loro uffici quasi principalmente per chiedere quali sono i sussidi disponibili: “Dilaga il concetto dell’assistenzialismo, e questo ci preoccupa”.

Per il 2023 i sindacati intendono lavorare alla cultura della sicurezza, contro gli infortuni nei luoghi di lavoro. In corso di realizzazione un progetto che dovrebbe mettere insieme le sigle con le parti datoriali, ed anche le scuole, in una sorta di accordo per fare formazione vera sui temi della sicurezza che dovrebbe diventare, almeno negli istituti tecnici, materia scolastica.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings