Cerca
Close this search box.
martedì, 23 Luglio 2024
martedì, 23 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

Rettifica

(Foto di Pixaoppa - Pixabay)

Su richiesta della presidenza dell’A.N.C.C.I., l’Aggregazione Noleggiatori Con Conducente Italiana, cui è ovviamente concesso diritto di replica, la redazione di Settenews.it procede con la pubblicazione di una nota pervenuta a proposito dell’articolo pubblicato lunedì 27 marzo, sull’incidente avvenuto lungo l’autostrada A8 “dei Laghi” domenica 26. (https://www.settenews.it/un-furgone-ncc-ha-causato-lindicente-mortale-lungo-la-a8-dei-laghi-oggi-ne-discutono-anche-i-tassisti-di-milano/)

Egr. Direttore, il Vs. articolo di ieri, sull’incidente mortale avvenuto in A8, mi permetto di asserire che è a dir poco allucinante. Innanzitutto bisogna attendere di comprendere la vera dinamica e causa dell’incidente. Sarebbe opportuno ascoltare il driver prima di metterlo in croce. Anche perché, ammesso e non concesso che testimonianze visive porterebbero a una sua prima responsabilità, chi può escludere un suo malore o un guasto tecnico? In queste circostanze, proprio perché spiacevoli, si deve porre ancor più precauzione nei giudizi, anziché ospitare valutazioni inopportune di un gruppetto di tassisti. Il finale “virgolettato” espresso da codesti é stato semplicemente vomitevole per l’intera categoria NCC. Una operazione di strumentalizzazione di un triste evento che può capitare a chiunque, anche a conducenti di auto bianche. Mai però, noi NCC, ci permetteremo di commentare con gli argomenti da loro asseriti, per cui ho riluttanza a entrare nel merito. Provi a rileggere adesso, dopo il mio testo, e soppesare bene quanto é stato sostenuto. Mi dica se sbaglio o meno nel considerarla una operazione di sciacallaggio, a partire dall’introduzione delle loro opinioni.
Nello scrivere: A loro giudizio, professionisti con licenza regolare che sanno come funzionano le cose… forse non ve ne siete resi conto ma avete balenato l’ipotesi che questo driver e la sua azienda NCC potesse essere priva di regolare autorizzazione. Tutto ancor prima del becero contenuto “virgolettato” con cui finisce l’articolo, sul quale stendo un velo pietoso:
Li conosciamo bene. Prendono 200-300 euro a corsa, anche 400, e guidano veloci per arrivare in tempo a tutti i costi. Non sono tassisti, fanno le corse senza prenderle come fanno i tassisti, spesso senza rientrare mai in rimessa. Del resto, come farebbero se le loro licenze le hanno ottenute in molti casi fuori Milano, in altre città d’Italia? Però poi succede quello che abbiamo visto ieri: la velocità e la distrazione hanno causato la morte di una persona, e questo non dovrebbe mai accadere”.
Verotta Ferdinando – Presidente A.N.C.C.I.

La redazione di Settenews.it è aperta al dialogo e al confronto sulla questione con tutte le parti in causa, ed ha pubblicato le dichiarazioni raccolte in condizione di assoluta neutralità.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings