sabato, 13 Agosto 2022

Reati ambientali: arrestate a Milano otto persone per traffico illecito di rifiuti

Questa mattina, mercoledì 7 luglio, i Finanzieri del Comando Provinciale di Milano hanno arrestato otto persone, cinque delle quali poste ai domiciliari e tre assoggettate all’obbligo di presentarsi alla Polizia giudiziaria, per reati ambientali. Sequestrati anche beni per 1.200 euro, e un impianto di recupero rifiuti a Gessate, insieme a quattro automezzi.

L’indagine, svolta dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Gorgonzola, ha avuto inizio dopo il sequestro a dicembre 2018 di una discarica abusiva di oltre 30mila metri quadrati a Cassano d’Adda, dove erano state ammassate e interrate oltre 40mila tonnellate di rifiuti, inclusi “rifiuti pericolosi”, contenenti sostanze dannose per l’ambiente e per la salute. La discarica insisteva sull’area naturale protetta del Parco dell’Adda Nord.

Le successive investigazioni, dirette ad accertare le responsabilità ed eseguite anche con l’ausilio della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura di Milano, hanno permesso di sottoporre a sequestro, a dicembre 2019, anche un’altra discarica abusiva di 26mila metri quadrati a Pioltello. Scoperto anche un impianto di recupero e di riciclo a Liscate.

Come spiegato dalla GdF, nel sistema fraudolento, che tra il 2016 e il 2020 ha trattato oltre 800mila tonnellate di rifiuti, sono risultate coinvolte quattordici società e ventotto persone tutte indagate a vario titolo, per i reati di traffico illecito di rifiuti, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico, truffa, inquinamento ambientale e attività di gestione di rifiuti non autorizzata.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI