mercoledì, 22 Maggio 2024

Parabiago ricorda la Battaglia del 1339 con la Rievocazione Storica Medievale

E’ tutto pronto a Parabiago per la terza edizione della Rievocazione Storica Medievale, nel 685° anniversario della Battaglia di Parabiago. Domani, domenica 7 aprile, andranno in scena numerose iniziative organizzate dall’associazione culturale Parabiago Medievale, insieme al El Bigatt, i Cavalieri dell’Ordine di Legnano – Legnanum Medievalis, e numerosi altri sostenitori, nonchè il patrocinio del Comune.

Dalle 10 alle 18 la rievocazione si svolgerà all’interno del parco di Villa Corvini, occupato con due diversi spazi dedicati: uno all’ingresso, dove si svolgeranno più spettacoli e momenti di intrattenimento per tutti, come giochi, danze, esibizioni, ed uno alla cosiddetta “arena” del parco, dove si potrà assistere alla rievocazione della Battaglia, con il combattimento, l’accampamento dei soldati, i falconieri.

La Battaglia fu scatenata da una faida tra Visconti e Scaligeri per il dominio del territorio. Ricordate dalla giornata anche le figure di Giovanni Visconti Vescovo e Sant’Ambrogio.

Noi siamo contro la guerra. Ma ci piace la storia, siamo cultori della storia e dei personaggi del passato. Gli accadimenti del 1339 sul nostro territorio raccontano di vite umane stroncate, sospese, e noi cerchiamo di ricordare e raccontare quelle persone, di capire cosa ci fu dietro a determinate scelte ed azioni”, commenta Francesco Granito, presidente di Parabiago Medievale, ed autore del libro “A.d. 1339 – Il nemico alle porte”, in cui ha raccolto le sue ricerche storiche.

Ogni anno il 21 febbraio, giorno esatto della Battaglia, posiamo una corona nella chiesa di Sant’Ambrogio. La festa a Villa Corvini vuole coinvolgere i cittadini, offrendo loro anche momenti di svago, come le danze medievali, l’esibizione dei falconieri, la magia e le tradizioni del tempo, i suonatori di campane, intrattenimenti per famiglie e bambini”, spiega Daniel Marazzini di Parabiago Medievale.

Una giornata che ha richiesto mesi di preparazione, per raccontare la storia della Battaglia facendo anche festa ed aggregazione.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI