Nulla di fatto al MISE per GranCasa: a rischio i lavoratori dei negozi del Legnanese

Non si è raggiunto nelle scorse ore alcun accordo, tentato al Ministero dello Sviluppo Economico a Roma, per evitare i licenziamenti di una parte dei lavoratori di GranCasa, che ha più punti vendita in Italia.

I 158 dipendenti delle sedi di Legnano e del Nord e Centro Italia, potrebbero già ricevere le lettere di licenziamento nei prossimi giorni. Più precisamente, entro 120 giorni da ieri, venerdì 7 giugno, quando non è stato raggiunto l’accordo tra i rappresentanti dei lavoratori e la proprietà.

Le forze sindacali sperano ancora che si possano trovare spiragli di dialogo, e soluzioni per tutelare i lavoratori e lo stesso marchio GranCasa, sinonimo di qualità nel mercato nazionale.

print