13.6 C
Comune di Legnano
giovedì 21 Ottobre 2021

Mobilità sostenibile: tanti i contributi al progetto non condiviso

Ti potrebbe interessare

La zanzara coreana imperversa in Lombardia: resiste al freddo

Si chiama “Aedes koreicus”, la zanzara coreana in grado di resistere al freddo, scoperta in Lombardia e in alcune altre zone del Nord d’Italia,...

Al via domani la 28esima edizione di “Sguardi Altrove Film Festival”

La “Next generation” tra sostenibilità e impegno civile sarà protagonista della 28a edizione di “Sguardi Altrove Film Festival”, la manifestazione dedicata al cinema al...

Studenti occupano l’Università statale di Milano: chiedono la riapertura degli spazi

E' accaduto nelle scorse ore a Milano: una ventina di studenti del collettivo universitario “Ecologia Politica”, ha occupato quattro aule in Università statale, in...

Opere pubbliche a Legnano: prende forma l’idea della città sociale

E’ stato approvato in questi giorni dalla giunta comunale di Legnano il Piano Triennale delle Opere pubbliche da oltre 29 milioni di euro, che...

“Oggi fare dei cambiamenti è sempre molto problematico, per questo ogni volta che si pensa e decide di cambiare a San Giorgio su Legnano è nostra prassi coinvolgere direttamente la cittadinanza con un’assemblea pubblica. Ringrazio pertanto tutti i cittadini che hanno partecipato e contribuito con i loro interventi alla serata dedicata alla “mobilità sostenibile””, comunica il sindaco Walter Cecchin.

Il progettista Difronzo ha esposto in aula consiliare il progetto complessivo, non definitivo, che permetterà di collegare San Giorgio con Canegrate e Legnano attraverso un percorso ciclabile dedicato.
Come raccontato dal sindaco, molti sono stati gli interventi dei cittadini, residenti nelle vie adiacenti alle scuole, che lamentano la sosta “selvaggia” delle auto, impedendo in taluni casi anche la normale uscita da casa.

“Nel complesso il progetto presentato non ha riscontrato il consenso unanime, ma tutti erano concordi che bisogna pensare ad una mobilità diversa e meno impattante sui nostri territori. Ci siamo promessi che approfondiremo ancora meglio alcuni aspetti tecnici e renderemo nota delle variazioni attraverso il sito web comunale. Queste serate mi fanno sempre più comprendere come è difficile decidere per una comunità. Noi cittadini purtroppo abbiamo una visione molto spesso focalizzata soltanto al nostro interesse, e ci risulta difficile estenderla al bene collettivo”, commenta Cecchin, dicendosi a disposizione per ulteriori chiarimenti.

Articoli correlati

Buoni mobilità: a Legnano al via la seconda fase. Adesioni aperte anche agli studenti

Dal 16 settembre partirà la seconda fase dei buoni mobilità a Legnano, l’azione del progetto “L’Alto Milanese va in mobilità sostenibile” con l’obiettivo di...

On line il questionario sulla mobilità sostenibile

E’ stato messo on line nelle scorse ore il questionario relativo al progetto “L’Alto Milanese va in mobilità sostenibile”. Come si muovono i cittadini di Legnano,...

L’Alto Milanese abbraccia la mobilità sostenibile

Presentato nei giorni scorsi al Legnano il progetto  “L’Alto Milanese va in mobilità sostenibile”, un programma di mobilità sostenibile nazionale casa-scuola e casa-lavoro, che...