giovedì, 2 Dicembre 2021

L’Italia verso il nuovo DPCM mentre peggiora la situazione generale dell’epidemia

Non sono confortanti le comunicazioni del ministro della Salute Roberto Speranza, che nelle scorse ore ha anticipato alla Camera alcune misure che saranno contenute nel nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che subentrerà a quello in scadenza il 16 gennaio.

Sul decreto Covid è atteso il Consiglio dei Ministri questa sera, come la decisione di prorogare, presumibilmente, lo stato di emergenza fino al prossimo 30 aprile.

Nessuna novità in vista sembrerebbe esserci nel nuovo DPCM: divieto di spostamento anche tra regioni in zona gialla, divieto di asporto dopo le 18 dai bar. Possibile riapertura dei musei in fascia gialla, riconferma possibile dell’indicazione di ricevere a casa massimo due persone non conviventi, come a Natale.

Sul fronte dell’emergenza sanitaria, Speranza ha detto che il Paese sta attraversando un “peggioramento generale della situazione epidemiologica, aumentano le terapie intensive, l’indice Rt e focolai sconosciuti. Non facciamoci fuorviare. L’epidemia è nuovamente in una fase espansiva”.

Venerdì 15 arriveranno le ordinanze del ministro Speranza con le nuove classificazioni delle regioni per fasce di rischio. Ad alto rischio dodici regioni, a rischio medio altre otto, una sola a rischio basso. Nuove zone rosse, arancioni e gialle, possibile una zona bianca dove l’incidenza dei casi di Coronavirus fosse sotto i 50 ogni 100mila abitanti, e con indice Rt minore di 1.

Non rimane che attendere le novità e le misure ufficializzate.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE