Cerca
Close this search box.
sabato, 20 Luglio 2024
sabato, 20 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

La stagione delle influenze colpisce anche l’intestino

“Epidemia” di mal di pancia e vomito fra i più piccoli. Questa infatti è la stagione delle “influenze”, che spesso colpiscono anche l’intestino. Occhio però: spesso non si tratta di episodi banali, l’infezione può infatti essere da rotavirus, con conseguenze che possono anche essere molto gravi.

La gastroenterite, nota come influenza intestinale, è una patologia infiammatoria a carattere acuto o cronico, che interessa stomaco e intestino tenue. Nella maggior parte dei casi può essere causata da virus, batteri o parassiti, trasmessi attraverso il consumo di acqua e cibi infetti oppure veicolati da gocce di saliva, emesse nell’aria da persone malate mentre tossiscono.

Tra i virus implicati: Rotavirus, Calicivirus (Norovirus), Astrovirus e Adenovirus. Tra i batteri: Vibrio cholerae, ceppi enterotossigeni di E. Coli e Staphylococcus aureus. Il processo infiammatorio può verificarsi anche in seguito all’ingestione di farmaci, tossine (es. metalli pesanti), nei casi di allergie, disordini o eccessi alimentari, a varie piante o funghi.

I sintomi di una gastroenterite sono: diarrea acquosa, crampi e dolori addominali, nausea e/o vomito, dolori muscolari o mal di testa sporadici, astenia (debolezza, spossatezza), febbre lieve. La gastroenterite virale si risolve spontaneamente.

Il trattamento primario è la reidratazione, bevendo molta acqua, zuppe, infusi, magari utilizzando farmaci per combattere la sintomatologia (antidiarroici, antiemetici, antisettici, soluzioni o bustine reidratanti, fermenti lattici ecc.).

La trasmissione avviene più che altro per via orofecale, cioè attraverso il contatto delle mani sporche per aver toccato pannoloni o per aver accudito i bambini malati, ma anche per via respiratoria e scambiandosi oggetti, ad esempio i giocattoli.

E la stessa igiene domestica non e’ sufficiente a proteggere dall’infezione, per questo è frequente che dai bambini il virus possa essere trasmesso ai genitori, rendendo la situazione ancor più difficile da gestire.

Molti agenti patogeni hanno un serbatoio animale (agenti zoonosici) e per questo la trasmissione dell’infezione può avvenire per contatto diretto via mani-bocca con animali domestici malati o portatori o, indirettamente, a seguito dell’ingestione di alimenti e/o acqua contaminati.

Gli antibiotici possono essere utilizzati solo se si conoscono con certezza gli agenti batterici responsabili. Tra i rimedi fitoterapici: tisane al tè nero, camomilla vera, cumino dei prati, menta e melissa o succo di mirtillo.

Per prevenire la gastroenterite occorre: osservare una corretta igiene, lavandosi le mani dopo ogni evacuazione e prima dei pasti, non condividendo posate e oggetti per la pulizia personale, bere molto (acqua e zucchero, tisane, acqua minerale, brodo di verdure), consumando pasta, crackers, carote, mele. D’obbligo disinfettare i sanitari e lavare gli indumenti contaminati con vomito e feci a 60°.

Nella maggior parte dei casi si tratta di infezioni a risoluzione spontanea, ma in caso di persistenza dei sintomi per diversi giorni, il medico prescriverà esami specifici ed eventualmente terapie antibiotiche, accanto a quella reidratante.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings