3.4 C
Comune di Legnano
giovedì 21 Gennaio 2021

La commemorazione di un partigiano? Nulla di scontato

Ti potrebbe interessare

Rapinano i loro coetanei minorenni: arrestati due baby rapinatori seriali nel Milanese

E’ successo nelle scorse ore: i Carabinieri della Tenenza di San Giuliano Milanese hanno eseguito un’ordinanza cautelare con il collocamento in comunità a carico di...

Nuove attrezzature per i Vigili del fuoco di Luino grazie agli “Amici dei pompieri”

L'associazione “Amici dei Pompieri di Luino ODV”, ha formalizzato la procedura col Comando Provinciale di Varese e consegnato 7mila euro di attrezzature agli operatori...

Diamo una nuova mano a Leonardo: prosegue la raccolta fondi per il 15enne infortunato

Intervistato questa mattina dai microfoni di Radio Delta Live, la diretta di Radio Delta International con Rudy Neri e Lisa Ferrario alla consolle, il...

BabyBox a Parabiago: l’Amministrazione comunale replica e raddoppia il contributo alle nascite

La buona riuscita dell’iniziativa “BabyBox” nel corso del 2020, avviata in via sperimentale da parte dell’Amministrazione comunale di Parabiago, ha convinto alla giunta a...

Si è svolta ieri, domenica 25 ottobre, a Cassano Magnago la consueta commemorazione annuale del partigiano Mauro Venegoni, legnanese, Medaglia d’Oro al Valor Militare della Resistenza, trucidato dai nazisti tra Cassano e Busto Garolfo nel 1944.

“Perché siamo qui? Perché, nonostante il momento storico che ci condiziona, rendendo tutto più complicato, senza la possibilità di abbracciarci o scambiarci soltanto una stretta di mano?”, se lo è domandato il sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, partecipando alla manifestazione.

“Il ricordo solenne del partigiano Venegoni è irrinunciabile. Perché in lui, nella sua storia, nel suo esempio, riconosciamo valori, passioni, virtù fondamentali anche per l’oggi. Nulla di scontato. La prima parola che associamo alla sua figura è libertà. La libertà del suo pensiero lo portò a essere indipendente. Un’altra parola che evoca la figura di Mauro Venegoni, è coraggio. Rischiò sapendo di rischiare. Continuò a rischiare nonostante i periodi di prigionia.

È evidente che il sacrificio di Mauro Venegoni è stato fertile. Ha consentito a tanti di proseguire la lotta, ha preservato esistenze ed energie di cui il Paese e il territorio avevano bisogno, per arrivare fino in fondo e oltre. Per ripartire, per gettare le basi della democrazia e di un’Italia libera”.

Articoli correlati

Commemorati i deportati della Franco Tosi: Legnano non dimentica nel 77esimo

Particolare, in forma ridotta, senza ospiti venuti da lontano, si è svolta ugualmente questa mattina, mercoledì 13 gennaio, la cerimonia di commemorazione della deportazione...

Legnano commemora la deportazione del 1944 dalla Franco Tosi Meccanica

Si svolgerà mercoledì 13 gennaio la commemorazione del 77esimo anniversario della Deportazione dei Lavoratori della Franco Tosi di Legnano, al campo di sterminio di...

L’ANPI Legnano domenica ricorda Mauro Venegoni

L'ANPI Legnano e il Comune, in collaborazione con le Amministrazioni comunali di Busto Arsizio e Cassano Magnago e le rispettive sezioni ANPI, anche quest’anno...

“Per non dimenticare”: a due anni dal crollo del Ponte Morandi una cerimonia per le sue vittime

Si è svolta questa mattina a Genova una particolare cerimonia, per ricordare le quarantatré vittime del crollo del Ponte Morandi, avvenuto esattamente due anni...

Una paulownia per le vittime di Hiroshima e Nagasaki

Si svolgerà giovedì 6 agosto al Tempio Civico di Busto Arsizio, la consueta cerimonia per ricordare le vittime delle bombe atomiche esplose il 6...