sabato, 10 Dicembre 2022

La casa post Covid sarà sempre più green

(Foto di Maxterragni - Pixabay)

Uno degli effetti più evidenti dell’emergenza sanitaria, che da quasi un anno ormai ha colpito il mondo, sembra essere la voglia dei cittadini di dirigersi verso stili di vita green e sostenibili, soprattutto nelle abitazioni.

Pensare ad una nuova idea di futuro, puntando su un’edilizia più attenta alla salute e all’impatto ambientale è ormai una priorità, che potrà subire una forte accelerazione anche grazie agli eco-bonus.

Il mercato che sembra riscuotere maggior interesse, al momento, riguarda case prefabbricate con certificazione green, sicure dal punto di vista sismico per le zone a più elevato rischio, con un impatto limitato sull’ambiente, realizzate con materiali ecologici.

Anche gli “smart buildings”, edifici gestiti in modo automatizzato utilizzando la tecnologia 5G, sembrano riscuotere parecchio interesse nelle nuove sperimentazioni.

L’importanza di uno stile di vita e di costruzioni “green” si riflette non soltanto sull’ambiente, ma anche sulla qualità della vita e sulla produttività del singolo individuo che ne trova giovamento in termini di comfort e di diminuzione dei livelli di stress.

Sul fronte del risparmio energetico, grande importanza viene data ai pannelli solari, che riducono il consumo di combustibile fossile utilizzando una fonte di energia ecologica e inesauribile, o alla “circular economy”, che favorisce nuove opportunità commerciali garantendo un sistema di raccolta differenziata totale.

Molti cittadini, che si sono trovati durante il periodo del primo lockdown a dover fare i conti con abitazioni piccole e circondate da cemento, stanno considerando sempre di più l’idea di trasferirsi in provincia, dove i tassi di inquinamento sono inferiori, e i vantaggi, in caso si ripetesse una situazione come quella attuale, decisamente notevoli.

Differenze che possono avere importanti ripercussioni anche a livello psicologico, oltre che economico.

Silvia Ramilli

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI