martedì, 27 Settembre 2022

I rincari delle bollette mettono in difficoltà anche le chiese. SOS per le opere d’arte

(Foto di Uwe Bohn - Pixabay)

Che siano parrocchie grandi o parrocchie piccole non fa differenza: l’aumento dei costi di elettricità e gas si sta facendo sentire anche nella gestione delle chiese. Secondo un quadro tracciato in queste settimane, mentre si discute sull’aumento dei prezzi delle forniture delle energie, e a ridosso dell’accensione degli impianti di riscaldamento, anche le chiese hanno le loro difficoltà e nessun parroco vuole chiedere aiuto ai suoi parrocchiani, già gravati in famiglia da tali spese.

Un raffronto, dati alla mano, racconta dei costi per la corrente elettrica di una chiesa medio piccola passati da 300 euro per 1.272 kw/ora a 1.070 per 1.400 kw/ora. Le spese per il gas sono triplicate.

Fondi di riserva non ce ne sono, e la pandemia con il lockdown ha reso impossibile per le parrocchie raccogliere donazioni.

Gas e luce servono nelle chiese anche perchè spesso vi sono conservate delle opere d’arte che hanno bisogno di un determinato microclima, garantito da speciali condizioni di luce e temperatura, per non deteriorarsi ed andare perdute.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI