lunedì, 8 Agosto 2022

I guariti sono più del 36%. E il Tocilizumab sembra funzionare

(Foto ANSA da Niaid-RML)

I dati sugli ultimi contagi da Covid-19 e sui decessi raccontano ancora di una situazione nel pieno dell’emergenza, in Italia, ma segnali positvi sono stati diffusi ieri, sabato 14 marzo, in serata dalle autorità preposte, a proposito di chi comincia a guarire dall’infezione.

Sono più del 36% tra quelle che si sono ammalate, le persone che stanno mostrando segni di guarigione. Sul fronte delle cure, il farmaco Tocilizumab, in fase di sperimentazione su numerosi pazienti, sta dando buoni risultati.

L’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera ha spiegato nelle scorse ore che il Tocilizumab, un preparato per la cura dell’artrite reumatoide, sta aiutando a superare il contagio anche il collega assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, Alessandro Mattinzoli.

Nel frattempo è stato individuato un primo farmaco che bloccherebbe la proteina, che il Coronavirus utilizza per aggredire le cellule dell’apparato respiratorio dell’uomo. Non potrà, tuttavia, essere impiegato nell’immediato perché, come è stato spiegato dai ricercatori, il gruppo dell’Università olandese di Utrecht guidato da Chunyan Wang, ci vorranno mesi prima che il farmaco sia disponibile, perché dovrà esserne sperimentata l’efficacia ma anche la sicurezza.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI