2.9 C
Comune di Legnano
mercoledì 25 Novembre 2020

Demolizione dell’ex macello di Legnano? Un’occasione mancata

Ti potrebbe interessare

Esce il libro di Roberto Bolle: con lui danzano anche le parole

Si intitola “Parole che danzano”, e non poteva essere diversamente, quando l’autore è il più grande ballerino italiano, étoile del Teatro alla...

Il municipio si illumina di rosso a Canegrate contro la violenza sulle donne

Dalla mezzanotte di oggi, quando sarà il 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Comune sarà illuminato...

Riparte la raccolta di contributi della Fondazione degli Ospedali

Sebbene non si sia mai del tutto fermata, dalla scorsa primavera, avviata nelle settimane del primo lockdown, prosegue e torna ad essere...

Sciopero dei mezzi pubblici domani mercoledì 25 novembre a Milano

Sono state confermate da ATM, l’Azienda Trasporti milanese, quattro ore di sciopero per domani, mercoledì 25 novembre, dalle 18 alle 22, che...

Non mancano le polemiche, in questi giorni a Legnano, a proposito della demolizione dell’edificio ex macello di corso Magenta, e nelle scorse ore anche la Condotta di Slow Food locale ha diffuso la propria opinione, tutt’altro che favorevole all’intervento.

“Come Slow Food Legnano dobbiamo segnalare che, come spesso accade, la possibilità di riutilizzare spazi comunali non è stata presa in considerazione: in periodo pre Expo, si era parlato di un progetto di adattamento della struttura per poter offrire ai cittadini di Legnano un mercato coperto, giornaliero o settimanale. A quanto pare si è preferito demolire e realizzare un parcheggio, senza dubbio necessario, ma resta il fatto che l’occasione è mancata per dare uno spazio fisso ad eccellenze locali che non operano con la grande distribuzione”.

Un’occasione mancata: pensiero condiviso in tanti, in città, certi che il recupero delle aree dismesse potrebbe restituire a Legnano proprio tutti quegli spazi che servono. Una questione di volontà, come la faccenda del Mercato contadino che non trova spazio a Legnano: “Slow Food Legnano sta gestendo mercati contadini mensili a San Vittore Olona, Canegrate e San Giorgio su Legnano, un modello che sta riscuotendo successo (quello di San Vittore è ormai al terzo anno di vita) e che potrebbe essere replicato tranquillamente anche a Legnano, se esistesse la volontà di farlo”, commentano dalla Condotta.

Articoli correlati

Abbattuto l’ex macello a Legnano

Le ruspe hanno abbattuto questa mattina, giovedì 9 luglio, l’edificio del vecchio macello, in corso Magenta a Legnano. Tra...