Canegrate – Adotta una pista:  per tutelare le ciclabili

Prendersi cura di una pista ciclabile? Adesso si potrà fare, a Canegrate, grazie al progetto in partenza denominato “Adotta una pista”.

L’idea è stata diffusa in questi giorni dall’associazione FIAB “Canegrate Pedala”, intenzionata a sostenere il progetto sperimentale di crowdsourcing, per partecipare al monitoraggio dello stato di salute proprio dei tratti ciclabili comunali.

Grazie alla collaborazione della ciclo officina “Ricky Bici”, l’associazione lancerà a breve  un progetto di “manutenzione” comunitaria della cosa pubblica.

Il progetto al momento è in fase iniziale: alla ricerca dei primi “adopters”, ossia ciclisti e attivisti che si attivino volontariamente. “Adotta una pista” è un buon modo per coinvolgere tutti e dare la possibilità di segnalare facilmente crepe, buche o una mancata pulizia, in modo che chi pedala lo possa fare in sicurezza”, come si legge in una nota.

“In quanto associazione che mira alla tutela e alla salvaguardia delle categorie più deboli della strada, e in particolare dei ciclisti urbani, da tempo avevamo l’idea di monitorare le piste ciclabili di Canegrate. E per farlo abbiamo deciso di coinvolgere gli stessi utilizzatori delle piste ciclabili, soci e simpatizzanti della nostra associazione, e creare così una community di utenti “critici” che siano in grado in prima istanza di fare una valutazione dello stato della pista, segnalando criticità e problematiche già presenti e, in secondo luogo, di verificare confermare le segnalazioni che man mano arriveranno da parte di altri utenti”, spiega Roberto Meraviglia presidente FIAB “Canegrate pedala” .

Per partecipare è necessario compilare il modulo ritirabile da “Ricky Bici”,  in via Garibaldi 64, segnalando le piste ciclabili che si desidera “adottare”. Gli organizzatori forniranno in seguito tutti i dettagli.

print