martedì, 31 Gennaio 2023

Bocconi avvelenati nell’area cani muoiono due esemplari

Brutta notizia diffusa nella serata di oggi dal presidente del Gruppo Cacciatori di San Giorgio su Legnano, Stefano Colombo: la giornata dedicata all’immissione di starne nella zona addestramento cani “La muffa”, che si estende tra i Comuni di San Giorgio, Canegrate, Villa Cortese e Busto Garolfo, si è trasformata in una disgrazia.

“Qualcuno ha pensato di rovinare tutto disseminando bocconi avvelenati nell’area. Risultato: due cani morti tra atroci sofferenze. Io non riesco neanche ad immaginare quali siano le motivazioni che possono spingere una persona a compiere un gesto così abietto”, ha commentato Colombo.

L’area dove si doveva svolgere l’iniziativa, organizzata dai cacciatori con la partecipazione di famiglie e bambini, è una zona che volontari tengono abitualmente tutelata con diverse azioni di pulizia, anche perché sia rifugio ed area riproduttiva per gli animali, in un contesto più ampio che è sempre più cementificato.

“E così questa immissione di selvatici che voleva essere una specie di gara, senza premi, solo per divertirci e far divertire i nostri cani ed allo stesso tempo immettere sul nostro territorio selvatici, che possano nidificare e proliferare, si è trasformata in un momento incomprensibile. Doveva essere una festa, e invece no”, spiega Colombo, aggiungendo: “Se chi ha compiuto questo gesto l’ha fatto per odio o contrarietà verso la caccia o i cacciatori allora costui è l’essere più meschino al mondo, andando a colpire creature inconsapevoli e innocenti. Senza contare che l’aver disseminato sostanze venefiche, potrebbe portare danno a tutti, anche alle persone. Attenzione a chi passeggia col proprio cane per quelle zone”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI