mercoledì, 29 Maggio 2024

AEMME Linea Ambiente e la volontà di fare chiarezza sulla mancata assunzione diretta dei 13 lavoratori Sieco

Un momento della raccolta differenziata (Foto Aemme Linea Ambiente)

Dal 1° maggio prossimo, AEMME Linea Ambiente Srl sarà il nuovo gestore del servizio d’Igiene Urbana sul territorio di Castellanza, subentrando a Sieco, attuale gestore. Necessario per ALA fare chiarezza, anche a beneficio degli stessi lavoratori, sulla questione della mancata assunzione diretta di tredici lavoratori oggi Sieco.

Come si legge in una nota diffusa da ALA, “Riteniamo del tutto prive di fondamento e non conformi alle regole di correttezza, oltre che profondamente lesive dell’immagine della nostra società, le affermazioni che Sieco sta diffondendo, a mezzo stampa, in merito alla questione dei lavoratori. La decisione, da parte nostra, di non procedere con l’assunzione diretta dei dipendenti di Sieco che prestano servizio sul territorio di Castellanza, risponde unicamente alla necessità di rispettare quella serie di precise regole che, nello specifico, escludono l’applicabilità della “clausola sociale” del CCNL invocata da SIECO, e di precisi vincoli in materia di assunzioni che AEMME Linea Ambiente, in quanto società pubblica partecipata in House, non può assolutamente ignorare.

Le procedure di selezione ad evidenza pubblica che ALA ha bandito, allo scopo di reclutare il personale necessario per l’espletamento del servizio sul territorio di Castellanza, non sono un capriccio, né un bieco escamotage, bensì una stringente necessità di legge come, d’altronde, copiosa giurisprudenza, anche del Tribunale territorialmente competente, ha avuto modo di confermare.

Come si può tacciare la nostra società di mancanza di etica. Più volte (l’ultima il 6 marzo scorso), abbiamo chiesto a Sieco di produrre documentazione che comprovasse l’avvenuta assunzione dei lavoratori secondo i princìpi della pubblica selezione che le Società in House devono applicare: ebbene, queste nostre reiterate richieste sono rimaste puntualmente prive di un riscontro.

Ne prendiamo atto, ma poiché la legge vieta ad ALA, nella concreta fattispecie (pena la nullità dei contratti di lavoro e la responsabilità per danno erariale) di assumere dipendenti in diverso modo, ciò ci conferma pienamente nella necessità della procedura selettiva cui abbiamo effettivamente dato luogo”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings