mercoledì, 8 Febbraio 2023

Stop alle forniture di gas russo alla Polonia e alla Bulgaria. Di Maio difende famiglie e imprese

(Foto da web)

Ha avuto effetto da questa mattina, mercoledì 27 aprile alle 8, la decisione della Gazprom in Russia, di chiudere le forniture di gas a Polonia e Bulgaria, perchè i rispettivi governi si sono rifiutati di pagare in rubli, come preteso dal premier Putin. La stessa azienda energetica Gazprom ha reso noto di aver chiuso i rubinetti verso i due Paesi europei, che ieri non avrebbero pagato il gas in valuta russa.

Mentre dagli Stati Uniti arriva la rassicurazione che saranno forniti aiuti agli alleati, in Italia il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha ribadito che è necessario stabilire al più presto un tetto massimo al prezzo del gas, per scongiurare speculazioni, a tutela dei cittadini e delle imprese.

La battaglia è concreta in Europa. Non permetteremo speculazioni. Questa è la risposta che l’Europa deve dare ai cittadini, con rapidità e senza veti da parte di nessuno”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI