Si può posticipare l’accensione dei riscaldamenti? Sì, con una mano sulla coscienza

L’appello è stato lanciato nelle scorse ore ai milanesi dal sindaco Giuseppe Sala: aspettiamo ad accendere i riscaldamenti, in fondo non fa ancora così freddo.

Nonostante oggi sia arrivata la pioggia, le previsioni meteo per domani parlano già di schiarite e Sala chiede ai concittadini di mettersi una mano sulla coscienza, pensando a quanto gli impianti di riscaldamento contribuiscono tristemente ad aggravare la qualità dell’aria. Anche a Milano, come ha osservato il suo sindaco, le temperature sono cambiate e l’autunno è decisamente mite, tanto da poter far posticipare l’accensione delle caldaie, nei condomini, nelle case private, nei luoghi di lavoro.

Oggim, martedì 15 ottobre, la legge permette l’avvio dei riscaldamenti, e in numerose abitazioni sono già partite le prime consuete prove di accensione. Di fronte ai cambiamenti climatici, secondo Sala anche il tema del riscaldamento domestico e soprattutto le scelte della gente, se dettate dalla saggezza e dalla collaborazione, possono fare la loro parte nella battaglia contro l’inquinamento.

print