lunedì, 30 Gennaio 2023

Si fa presto a dire “plastica”: ma non tutto è riciclabile

Un'immagine di cosa non è plastica, materiale ritrovato in un sacco giallo

Si fa presto a dire “plastica”, ma non tutti gli oggetti di plastica sono in realtà riciclabili. Su questo concetto di base è partita in questi giorni a Legnano una campagna informativa, rivolta a tutta l’utenza dei diciassette Comuni serviti da AEMME Linea Ambiente, affinché si comprenda che inserire materiali differenti da quelli prescritti compromette la qualità della raccolta stessa.

Da controlli effettuati nei giorni scorsi, negli imballaggi di plastica conferiti, sono stati trovati anche materiali fra i più svariati, come carta, cartone, piccoli oggetti in metallo o stoffa.

Ai cittadini l’azienda oggi torna a chiedere di verificare il tipo di plastica che si desidera mettere nel sacco giallo: quella corretta è contrassegnata dalle sigle PET, Pe, PVC, PP, PS, tutte le altre sigle indicano, invece, che si tratta di plastica non riciclabile. Quindi la plastica deve essere pulita, senza residui come può succedere ai contenitori dei detersivi.

“Sì nel sacco giallo a “bottiglie dell’acqua, il contenitore del bagnoschiuma o dello shampoo, il contenitore del detersivo o dell’ammorbidente, le confezioni trasparenti degli affettati, dei formaggi e delle uova. E ancora, piatti e bicchieri di plastica, la vaschetta trasparente che ha contenuto la verdura, le retine per alimenti in cui sono conservati i limoni, le arance, le cipolle e le patate, così come le vaschette in plastica del gelato e i contenitori dello yogurt.

Anche le vaschette in polistirolo e i sacchetti di plastica dei negozi vanno conferiti nel sacco giallo. Giocattoli, pennarelli, gli evidenziatori,  mestoli e scolapasta devono essere conferiti nel sacco dell’indifferenziata, proprio perché la loro plastica non è riciclabile”, come si legge nell’elenco fornito da AEMME.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento, è possibile chiamare il numero verde 800.19.63.63, oppure consultare il sito di AEMME Linea Ambiente (www. aemmelineaambiente.it) alla voce “Dove lo butto”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI