giovedì, 20 Gennaio 2022

Ryanair il disastro nei cieli, anzi a terra

Cancellati nella giornata di ieri in Lombardia più di 300 voli da parte della compagnia aerea Ryanair, che ha lasciato a terra circa 50.000 persone soltanto ad Orio al Serio, già dotate di biglietto e di prenotazioni varie nei luoghi di arrivo, tra alberghi e auto a noleggio.

Numerosi i disagi registrati negli aeroporti lombardi, dove i passeggeri hanno preso d’assalto gli info point della compagnia per comprendere il da farsi, rimanendo in attesa di voli alternativi o della restituzione del costo dei titoli di viaggio.

La situazione è maturata in gravità nel corso della stagione estiva, con sempre meno piloti, come sembra da più fonti, disposti a volare con un contratto Ryanair, quando le compagnie della concorrenza applicano trattamenti economici più vantaggiosi.

Ma la voce ufficiale di Ryanair è che i voli sono stati cancellati “per un’errata valutazione dei riposi che spettano a comandanti e primi ufficiali”, una sorta di errore generale nel piano ferie dei piloti. Il motivo ferie regge poco, secondo gli esperti, è più plausibile il motivo del super impiego di ogni equipaggio.

Complessa la problematica dei rimborsi dei biglietti, necessario valutare il diritto pieno dei viaggiatori e il danno subito dagli stessi per la mancata partenza.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI