domenica, 14 Agosto 2022

Rescaldina – Una ciclabile per dire no al bosco della droga

E’ stato presentato questa mattina a Rescaldina un progetto per contrastare “la scomoda verità dei boschi della droga, nome ingeneroso per un’area naturalistica bellissima”, come ha detto il sindaco Michele Cattaneo, commentando gli ultimi avvenimenti di cronaca: un omicidio e costanti situazioni di spaccio di stupefacenti.

I sindaci dei Comuni di Rescaldina, Castellanza, Marnate, Gorla Minore, Cislago, Gerenzano, Uboldo hanno deciso di contrastare la microcriminalità, dicendo basta al degrado e allo spaccio, nei boschi del Parco del Rugareto. La soluzione valida per tutti: la realizzazione di diverse piste ciclabili.

Progetto ambizioso, dal titolo “Fruibilità, sicurezza, integrazione, attrattività, fattibilità”, sarà realizzato in accordo con tutte le forze istituzionali del territorio.

Come è stato illustrato, sono stati già studiati diversi tracciati da fare a piedi o in bicicletta, ripianando buche, compattando il fondo sterrato e rendendolo facilmente riconoscibile, con attrezzature sportive anche per il cross-fit. In località Cava Holcim è previsto un percorso di ciclo-crossing, con la possibilità di misurazione dei tempi.

“Vogliamo che i nostri boschi tornino ad essere un luogo sicuro, dove passeggiare e fare attività fisica, e diventare un’attrattiva, per momenti di svago anche per le famiglie”, il commento di primi cittadini.

Per la sicurezza saranno predisposte diverse telecamere ad ogni varco, per monitorare in tempo reale i diversi accessi alla zona, nel controllare ogni passaggio compito delle Forze dell’ordine.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI