lunedì, 17 Gennaio 2022

Ordigni bellici in cantina: sfiorata l’esplosione

E’ successo a Castiglione Olona, in provincia di Varese, nelle scorse ore: una donna ha trovato nella vecchia cantina di famiglia degli ordigni bellici, ed ha provveduto in buona fede a portarli alla stazione locale dei Carabinieri, certa che fosse la cosa migliore da fare.

Fortunatamente si trattava di artifizi inerti, fatti comunque brillare dai militari.

L’episodio ha fornito l’occasione ai Carabinieri per dare alcune indicazioni su come trattare tali ritrovamenti, che possono risultare pericolosi.

“In caso di rinvenimento di oggetti di questo genere, anche se si ha certezza che si possa trattare di manufatti inerti, è sempre necessario informare le forze di polizia del territorio. Il recupero di tale materiale potrebbe risultare pericoloso se non effettuato da personale altamente qualificato. Esistono, a solo titolo di esempio, proiettili di grosso calibro di fabbricazione austriaca della prima metà del secolo scorso che, pur privi di carica nel fondello e con il bossolo completamente scarico di polvere da sparo, hanno del materiale altamente esplodente sulla punta dell’ogiva. In tal caso si immagina di maneggiare munizionamento assolutamente inoffensivo perché costituito di solo metallo, che in realtà contiene ancora esplosivo celato nell’incamiciatura della punta.

“La procedura corretta, da attuare in caso di rinvenimento di ordigni o munizionamento di qualsiasi natura o epoca di fabbricazione, è informare immediatamente le forze di Polizia presenti sul territorio con il 112 o recandosi direttamente in un comando, evitare di rimuovere ogni tipo di oggetto che circonda il manufatto sospetto, circoscrivere l’area in attesa dell’intervento di una pattuglia delle forze di polizia, allontanarsi dalla zona interessata evitando che curiosi o altre persone si avvicinino”, come si legge in una nota.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI