Indagato anche il progettista nel crollo di Albizzate

Oltre al proprietario dell’immobile da cui una settimana fa si è staccato un cornicione, uccidendo una madre e i suoi due bambini, ad Albizzate, nelle scorse ore è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Busto Arsizio, anche il progettista dell’edificio.

Le perizie tecniche in corso, per stabilire le ragioni del cedimento strutturale del cornicione, dell’ex cotonificio Bellora, stanno considerando anche un possibile errore nella progettazione della struttura.

Le ipotesi di reato rimangono di omicidio colposo e crollo colposo.

Sul corpo delle tre vittime del cedimento, Fauzia Taoufiq di 38 anni, che si trovava a passare proprio in quel momento insieme ai suoi bambini Soulaymane di 5 anni e Yaoucut, di poco meno di un anno, giovedì sarà eseguita l’autopsia.

print