Gallarate – Sinti in tv la questione è ancora aperta

Scontro aperto sabato mattina alla trasmissione Mattino 5, dei canali Mediaset, dove è stata portata la vicenda dei nomadi Sinti, sgomberati dal campo attrezzato di via Lazzaretto a Gallarate.

La battaglia prosegue a colpi di dichiarazioni e battute tra il legale rappresentante dei Sinti, Pietro Romano, e il sindaco Andrea Cassani.

Dopo una fase di colloquio tra le famiglie Sinti, cominciando da quelle con figli minori, e gli uffici dei Servizi sociali, sono state assegnate loro le prime quattro case, dove vi potranno abitare soltanto fino al prossimo 30 settembre, pagando le utenze e il canone d’affitto.

Cassani ha spiegato che si tratta di una deroga concessa all’emergenza. L’assegnazione delle case comunali ha permesso, di fatto, ai Sinti di scavalcare la graduatoria composta da altre famiglie richiedenti.

Per l’avvocato dei Sinti l’emergenza è il risultato dello sgombero di via Lazzaretto, “azione abusiva anche secondo il Tribunale di Busto Arsizio”, come ribadito da Romano.

print