Cavaria – Salvato da un Carabiniere-eroe un uomo nell’Arnetta

Le operazioni di recupero da parte dei VVF

Gesto eroico, grande spirito di servizio. E’ accaduto ieri in serata: i Vigili del fuoco del distaccamento di Busto Arsizio – Gallarate, sono intervenuti nel Comune di Cavaria con Premezzo, in via Matteotti, per soccorrere una persona.

Per cause in fase di accertamento, un uomo è scivolato per alcuni metri nel torrente Arnetta: ferito e impossibilitato a muoversi è riuscito a chiedere aiuto.

I Vigili del fuoco e gli specialisti del S.A.F., il nucleo Speleo Alpino Fluviale, hanno recuperato con tecniche alpinistiche la persona, un uomo di 62 anni, che è stato accompagnato in codice giallo all’ospedale di Gallarate.

Come raccontato anche dai Carabinieri di Varese, l’allarme è scattato quando alcuni cittadini hanno udito delle grida provenire dalle acque del torrente, chiamando subito il 112. La pattuglia dei militari, arrivata sul posto, non ha atteso l’arrivo dei soccorsi perché l’uomo era visibilmente in difficoltà. Uno dei due militari si è quindi gettato in acqua per soccorrerlo, mentre l’altro Carabiniere lo sosteneva con una corda presa dall’auto di servizio.

Per oltre quindici minuti, il Carabiniere Scelto Cristian Testa, effettivo alla Stazione di Cassano Magnago, è rimasto accanto al 62enne nelle acque del torrente, tenendogli la testa fuori dall’acqua ed impedendo che la corrente lo trascinasse via. A dargli man forte la fune sorretta dalla riva dal suo collega. A estrarli dall’acqua, aiutandoli a risalire le sponde del torrente, sono intervenuti i Vigili del fuoco.

L’uomo è stato ricoverato per un principio di ipotermia, e non è in pericolo di vita. Il militare Cristian Testa è stato medicato per lievi ferite alle gambe, causate dai rami presenti sul fondo dell’Arnetta.

print