lunedì, 24 Gennaio 2022

Carne prodotta in laboratorio: è una barzelletta? L’UE finanzia 2 milioni di euro per la ricerca

Carne prodotta in laboratorio: non è fantascienza ma una delle possibili alternative del futuro, secondo un progetto di ricerca finanziato dall’Unione Europea per 2 milioni di euro.

Mentre la Commissione europea ha posto l’obiettivo di ridurre i consumi di carne e salumi, per mitigare l’impatto degli allevamenti sull’ambiente, a Bruxelles si è deciso di sostenere la ricerca avviata da due aziende olandesi, che si impegnano per un progetto di ricerca e sviluppo chiamato “Feed for Meat”, che mira alla produzione di carne in laboratorio. La carne si ottiene partendo dalla raccolta di cellule muscolari animali, lavorate in un bio-reattore, fatte crescere con proteine. Il che si tradurrebbe in meno gas serra, meno animali in cattività, meno inquinamento di suolo.

I fondi per finanziare il progetto sono quelli del pacchetto “Assistenza alla ripresa per la coesione e i territori d’Europa” (React-Eu), uno dei sotto-programmi della “Next Generation Eu”, il piano per la ripresa dopo la pandemia. Ma non tutti sono d’accordo, soprattutto in Italia: “È inaccettabile che l’Unione europea finanzi con risorse pubbliche il business privato della carne in provetta, dietro il quale si nascondono rilevanti interessi economici e speculazioni internazionali dirette a sconvolgere il sistema agroalimentare mondiale”, denuncia la Coldiretti, che ha sollecitato tutti gli eurodeputati italiani, affinché sollevino il caso in Commissione.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI