mercoledì, 29 Maggio 2024

Arriva a Milano IMAGINE 2023 il Festival delle Connessioni Umane

Dal 29 agosto al 3 settembre, in piazza Olivetti a Milano prenderà il via la prima edizione di IMAGINE 2023 – Festival delle Connessioni Umane con eventi di teatro, musica, danza, dj set, e tanti laboratori per stare insieme.
La manifestazione ideata e organizzata dal Teatro Carcano in collaborazione con il Municipio 5 – Comune di Milano, Covivio e STEP FuturAbility District, è diretta da Serena Sinigaglia, codirettrice dal 2021 del Teatro Carcano, e rientra negli otto progetti selezionati e finanziati all’interno del bando “Milano è Viva” nei Quartieri del Comune di Milano.

Teatro, musica, danza, dj set e laboratori abiteranno a fine estate un luogo ancora inesplorato sotto il profilo di intrattenimento e svago: la moderna piazza Olivetti nasce in un’area in forte trasformazione nel quartiere Symbiosis sviluppato a Sud di Porta Romana, ed è caratterizzata da una vasta area verde e specchi d’acqua dove si riflettono le nuove architetture, oltre a una scenografica pedana polifunzionale posizionata sull’acqua, che il festival utilizzerà come palcoscenico, che crea un contesto unico per l’organizzazione di manifestazioni outdoor.

Il Festival IMAGINE, che ruota attorno al bisogno di tornare a “sognare” ad occhi aperti e all’urgenza di riappropriarci di una dimensione più umana, debutta in un periodo in cui Milano è ancora, o almeno in parte, “in vacanza”, e ridotte sono le possibilità di incontro per tutti coloro che cercano attività coinvolgenti in città e per coloro che in vacanza non ci possono andare, con l’auspicio di poter iniziare un progressivo lavoro sul tessuto urbano del quartiere, in grado di generare un miglioramento di qualità di vita e una maggiore coesione sociale, divenendo così un appuntamento fisso dell’estate milanese.
Il Festival IMAGINE propone un programma trasversale che toccherà diverse discipline dello spettacolo dal vivo: prosa, danza, musica, dj set, nonché performance e incontri a tema. Oltre ad assistere agli spettacoli vi sarà la possibilità di partecipare a laboratori su prenotazione, camminate narrative per scoprire la storia del luogo, e momenti conviviali con sonorizzazioni live. 

Una trentina gli eventi in programma, tra i quali la prosa con Arianna Scommegna in “La vita davanti a sé” tratto da un romanzo di Romain Gary,  “Camillo Olivetti – alle radici di un sogno” con Laura Curino, che ripercorrerá l’avvincente storia di Camillo, padre di Adriano e fondatore dello storico marchio, al quale è stata intitolata la piazza in cui si svolge il Festival.
Seguiranno i Danzatori del Balletto Teatro di Torino, la compagnia di danza contemporanea Fattoria Vittadini che terrà un laboratorio di movimento creativo “Imaginary in Motion”, un incontro tra il critico musicale Ernesto Assante e l’altra direttrice artistica del Teatro Carcano, Lella Costa, in dialogo sull’utopia nella storia della musica, da quell’ IMAGINE di John Lennon in poi.
E ancora Beppe Severgnini, il cantautore Folco Orselli, l’ensemble Sentieri selvaggi guidati dalla bacchetta di Carlo Boccadoro, 6 dj che si esibiranno in un viaggio sonoro dagli anni ’60 alla musica del futuro, un grande concerto di liscio con special guest Balera Milanesa e il cantautore Claudio Merli, e un workshop formativo per chi volesse avvicinarsi al liscio e ai balli di gruppo e prendere parte alle danze.

Per le famiglie, l’Associazione 4Gatti propone il laboratorio AcroGIOCOTeatro per bambini dai 7 agli 11 anni con giochi di movimento, fantasia e creatività sperimentando i principali attrezzi da giocolieri e cimentandosi in semplici figure acrobatiche.
Domenica 3 settembre è previsto anche lo spettacolo A qualcuno piace clown: animazione, clownerie, magia comica, cantastorie e giocoleria interattiva!
Tutti gli eventi, compresi i laboratori e le camminate, saranno ad ingresso gratuito.
Al fine di costruire un dialogo con il territorio che possa generare aggregazione sociale è prevista la passeggiata sonora “Rifrazioni”, un percorso di immersione tra alcuni luoghi salienti del quartiere che si sviluppa attorno alla recente piazza Olivetti e allo Scalo di Porta Romana.

Centrale nel Festival anche il tema dell’inclusione sociale caro ad ATIR che, in collaborazione con la compagnia teatrale PEM e la Cooperativa sociale Comunità Progetto, organizza Storie alla finestra, laboratorio espressivo per esplorare il proprio pensiero creativo attraverso improvvisazioni singole e di gruppo, aperto a minori stranieri non accompagnati e a tutti i cittadini interessati a partecipare a questa esperienza.
Per informazioni e prenotazioni: www.teatrocarcano.com

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings