Cerca
Close this search box.
domenica, 23 Giugno 2024
domenica, 23 Giugno 2024
Cerca
Close this search box.

Arrestato il rapinatore dei Maxi Zoo: ma manca all’appello il suo complice

E’ successo nella mattinata di ieri, mercoledì 20 aprile: i Carabinieri di Gallarate hanno arrestato un 38enne pregiudicato italiano, domiciliato nel campo nomadi di via Negrotto, del quartiere Quarto Oggiaro di Milano, gravemente indiziato di essere uno degli autori della rapina alla filiale di Gallarate della nota catena di articoli per animali Maxi Zoo dove, la sera del 21 dicembre scorso, due persone armate di pistola avevano fatto irruzione e, dopo aver minacciato sia le commesse, sia i numerosi clienti, si erano impossessate della somma di circa 4mila e 500 euro, fuggendo subito dopo, presumibilmente a bordo di uno scooter.

Come si legge in una nota dall’Arma, “le molteplici attività investigative svolte dai Carabinieri di Gallarate e costantemente coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio, oltre a chiarire l’episodio delittuoso di dicembre, hanno inoltre consentito di riaprire le indagini su di un’analoga rapina, avvenuta circa otto anni fa, per la quale era stato aperto un procedimento penale archiviatosi a causa della mancata identificazione degli autori del reato. Stando infatti agli indizi raccolti, tra cui la positiva corrispondenza delle impronte digitali dell’indagato rinvenute 8 anni fa sul luogo del delitto, l’uomo arrestato ieri la sera del 23 maggio 2014, avrebbe compiuto una rapina con identico modus operandi presso il medesimo negozio di Gallarate impossessandosi, in questo caso, di quasi 5mila euro”.

Oltre al reato di rapina, il Tribunale di Busto Arsizio ha contestato all’indagato anche la violazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel Comune di Milano, e numerose circostanze aggravanti.

L’arrestato è stato trattenuto nel carcere di San Vittore a Milano, mentre proseguono le ricerche per identificare il suo complice.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings