Cerca
Close this search box.
giovedì, 20 Giugno 2024
giovedì, 20 Giugno 2024
Cerca
Close this search box.

Aiutiamoli ad aiutare: diventa realtà

E’ stato presentato ieri a Busto Arsizio il progetto “Aiutiamoli ad Aiutare”, promosso dalla Cooperativa Sociale Davide onlus / Centro per la tutela del Bambino con la collaborazione dell’Amministrazione comunale. Un programma che mira alla prevenzione dell’abuso sessuale, che coinvolgerà a breve gli alunni delle classi quarte delle scuole elementari cittadine.

Oltre all’assessore all’educazione Gigi Farioli, hanno illustrato il progetto Gaetano Felli presidente e Beatrice Masci responsabile scientifica di Cooperativa Sociale Davide onlus, Domenico Pirri presidente e importanti rappresentanze dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia di Busto Arsizio.

“Nella prevenzione dei minori, nell’atteggiamento educativo nei confronti dei bambini, in questo caso rivolto a giovani studenti e alle loro famiglie, l’Amministrazione comunale “si fa carico” e guarda con atteggiamento assolutamente positivo, crescendo sempre più, in questi decenni, di qualità, di quantità e di attenzione a questo problema. Oggi presentiamo questa iniziativa e come Amministrazione riteniamo fondamentale esprimerci in difesa di questa azione. Ringrazio i presenti: ANFI e l’Associazione Davide per l’impegno e l’attenzione dimostrata insieme alla Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus”, ha detto Farioli.

Il progetto “Aiutiamoli ad Aiutare” si muove contro il maltrattamento e l’abuso dei minori, e coinvolgerà  circa settecento minori tra 9 e 10 anni, promuovendo una cultura di prevenzione, controllando ed arginando i fenomeni deviati, sia i casi esterni, sia quelli che avvengono tra le mura domestiche. Tutti d’accordo dell’affermare che prevenire abusi sessuali è possibile soltanto se si forniscono ai bambini e alle loro famiglie, o referenti, gli strumenti necessari per difendersi.   Il percorso formativo comprende un laboratorio rivolto ai bambini, cinque incontri di due ore per ciascuna classe, alla presenza di un insegnante e di un educatore; per i docenti tre incontri di due ore e mezza, volti a migliorare le loro competenze professionali; per i genitori un incontro di un’ora per sensibilizzarli e rafforzarli nella loro funzione educativa.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings