domenica, 29 Gennaio 2023

Trenord e Regione Lombardia sapranno sostenere i pendolari nel periodo estivo?

(Immagine di repertorio)

Possibili disservizi stanno già creando preoccupazione nei pendolari delle linee Trenord, che in questi giorni hanno rivolto una sorta di appello all’azienda, invitandola ad ascoltare alcune riflessioni.

“E’ in arrivo un periodo difficile per i pendolari, ormai abituati e temprati a tutte le stagioni e gli eventi; basta ricordare  alcuni: Expo 2015, i lavori sulla Porto Ceresio, con l’estate scorsa la soppressione del 5326.  Quest’anno i pendolari della Luino affronteranno i disagi dovuti ai lavori di sistemazione della  tratta Laveno Mombello , Pino Tronzano. Trenord e Regione Lombardia hanno assicurato che non ci saranno le soppressioni dei treni 20307 – 20309 – 20316 – 20320: treni fondamentali nelle fasce orarie critiche che servono un bacino di utenza anche straordinario coprendo anche Legnano e Parabiago. Inoltre sono stati allungati i tempi di percorrenza di alcuni treni, senza una preventiva  comunicazione ai comitati durante l’incontro di quadrante ovest del 17 maggio 2017”, come si legge in una nota del Comitato Pendolari Gallarate-Milano.

Nella comunicazione per Trenord, si chiede di tenere conto che i flussi dei pendolari sono alti anche nei periodi estivi, e che l’azienda ascolti in maniera collaborativa le riflessioni del comitato.

A Regione Lombardia un sola domanda: il piano straordinario per la Luino dove è finito?

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI