Sicurezza dei corrieri ciclisti: veniamoci incontro sulle regole

(Foto da web)

Particolare incontro ieri mattina a Milano tra la Polizia locale e i rappresentanti di alcune società di fattorini, che usano la bicicletta per spostarsi, e lavorare, in città.

Tema del tavolo la sicurezza dei corrieri, nonché il rispetto delle regole da parte di tutti.

Attenzione ai ciclisti che rischiano più di altri, ma da parte loro si chiede maggiore rispetto del Codice della Strada. Attenzione e rispetto: il binomio che può essere applicato a qualunque situazione che veda lungo le strade i ciclisti e gli automobilisti, che devono adottare la prudenza in uguale misura.

Al confronto ha partecipato il comandante della Polizia locale di Milano, Marco Ciacci, che ha spiegato l’importanza del rispetto del Codice, proprio per la sicurezza dei corrieri.

L’anno scorso, come è stato indicato dalla Pl di Milano, sono stati registrati più di 1.100 incidenti in cui sono rimasti coinvolti dei ciclisti e, nella maggior parte dei casi, per distrazione.

Evitare pedalando l’ascolto della musica con gli auricolari, che isolano dal contesto. Adottare strumenti che rendano facilmente individuabili le due ruote, a qualunque ora del giorno e della notte, è il primo passo verso la sicurezza: farsi vedere, con luci, catarifrangenti, lampeggianti, giubbotti colorati e riflettenti.

Ai ciclisti, corrieri e non soltanto, si chiede quindi di rispettare semafori, precedenze, incroci, sensi unici, come indica il Codice della Strada per qualunque mezzo di trasporto.

print