lunedì, 6 Febbraio 2023

Prosegue la protesta contro la chiusura della provinciale 33 a Barza

Lo striscione appeso dai residenti di Barza

Se chiuderanno il passaggio a livello di via Mongini, Barza rimarrà isolata. Di questo sono convinti i cittadini che si sono riuniti nel “Comitato per la difesa di viabilità e ambiente Barza/Ispra”, per contrastare il progetto di chiusura del passaggio del traffico automobilistico lungo la strada provinciale 33, che collega la frazione di Barza con il centro di Ispra.

Secondo il comitato si possono trovare soluzioni alternative, come la costruzione del cavalcavia in via Fermi, ma deve rimanere percorribile via Mongini.

Motivo della paventata eliminazione del passaggio a livello di via Mongini, è l’aumento del flusso ferroviario commerciale sulla tratta internazionale Rotterdam-Genova, che passerà da sessanta a novanta treni nel 2020, e i convogli potranno raggiungere la lunghezza di 750 metri. La Rfi, Rete ferroviaria italiana, la Regione Lombardia e la Provincia hanno previsto la chiusura di trentacinque passaggi a livello entro il 2025, tre sul territorio di Ispra.

L’Amministrazione comunale di Ispra, dal canto suo, avrebbe già chiesto il cambio del passaggio a livello di via Mongini con un altro. Non rimane che attendere la risposta della Regione dopo il 20 febbraio, data della presentazione del progetto.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI